Set 112017
 

 Settembre si ricomincia, è un po’ come un capodanno , si rivedono i progetti, si fa il punto della situazione, quello che è stato realizzato, quello ancora da realizzare ma in via di completamento e.. quello che ancora non è stato iniziato.

Settembre è il momento giusto per mettersi con carta e penna, quello che viene scritto rimane, e cimentarsi di nuovo con la ruota della vita che rimane lo strumento migliore per verificare il percorso fatto fino ad oggi e quello che ci si prefigge ancora di fare.

Brevemente, per chi non ha affrontato mai la ruota della vita, spiego di cosa si tratta: La ruota della vita è una rappresentazione grafica dei vari settori della vita, una ruota divisa in più parti, otto o dieci di solito, ogni parte rappresenta un aspetto della vita e valutando il punto dove ci si trova , si da un valore da zero a dieci. Zero rappresenta la completa non realizzazione, il dieci per riflesso la realizzazione completa di quel settore. Questa valutazione va riportata sulla ruota colorando lo spicchio interessato.

Certamente il desiderio di ognuno è arrivare al dieci in tutti i settori ma non sempre è possibile, a volte la ruota appare non idonea a sostenere un viaggio  perché ci sono dei settori che rispetto ad altri, lasciano molto a desiderare.

Personalmente ogni volta ne scelgo un paio dove concentrare la mia attenzione, in modo da non disperdere energie e focus, tralasciando volontariamente quelli che in quel momento mi sembrano meno importanti.
Ci sono dei settori nei quali mi trovo, almeno per adesso, bene cosi come sono, altri che hanno bisogno di attenzione e di solito sono quelli che se realizzati… migliorati… a cascata si riflettono su tutti gli altri o in parte su alcuni.

Faccio un esempio: Nel settore dedicato alle amicizie e alle relazioni, mi sono prefisso di uscire la domenica con gli amici per praticare il Nordic walking, e nel settore del lavoro, mi sono prefisso di lavorare qualche ora in più per avere le risorse economiche per pagarmi le uscite, le attrezzature e cosi via. Quindi lo scenario che mi si presenta è: che se non ho una buona salute, non riuscirò a fare delle lunghe camminate come invece mi piace, ne a godere della compagnia delle persone con le quali mi piace uscire e nello stesso tempo devo curare molto bene la gestione del tempo per lavorare si un po’ di più e guadagnare un po’ di più per permettermi le uscite e devo anche non trascurare e togliere tempo agli affetti, alla famiglia, agli amici stessi con i quali voglio relazionarmi.

Il settore della Salute e il settore del tempo avranno una grande importanza per i miei obiettivi, dovrò tenermi in forma con l’attività fisica, con l’alimentazione e cosi via , e nello stesso tempo, magari, non impiegare tempo sui social o altre cose meno utili e fare più lavoro negli stessi tempi in modo da non toglierne alla famiglia, agli affetti, alle relazioni ecc.
Quindi è evidente che molti settori, se non tutti i settori della Ruota della vita, sono interconnessi e alcuni più di altri sono significativi per la ricaduta che hanno complessivamente su tutti gli altri settori.
La ruota della vita è uno strumento molto importante, è il punto di verifica per capire da dove parti e ti aiuta a capire dove vuoi arrivare, dalla ruota puoi partire per formulare i tuoi progetti, ma di questo ne parleremo in seguito.

Ora tocca a te, ricalca l’immagine che illustra questo articolo, i settori indicati sono quelli che di solito si prendono in considerazione in una seduta di coaching ma tu puoi cambiare e inserire altri settori che ritieni importanti e fa il punto della situazione.
Colora i vari settori, giudicando onestamente dove sei, è una cosa solo tua, nessun altro la vedrà se tu non vuoi, quindi è inutile mettere tutti 10 ci saranno anche dei 6 o anche 5, a me capita.


A che punto è la tua vita in questo settembre?
Stai andando verso la riuscita dei buoni propositi che ti eri posto/a all’inizio dell’anno?
Li hai lasciati andare ?
Cosa vuoi realizzare da oggi a fine anno ?
E nell’anno prossimo … nel 2018 cosa vuoi realizzare? Quali sono i tuoi obiettivi?
Lo so che sembra difficile rispondere a tutte queste domande, prendi del tempo per te, carta e penna, e comincia a riflettere. Sicuramente l’aiuto di un Coach contribuirebbe a rendere più facile fare il punto della situazione, definire gli obiettivi e poi realizzarli.
Ti auguro buon lavoro.. e.. il 2018 sta arrivando

Mag 062016
 

Per un Coach la formazione è essenziale, sia che la dia o che la riceva.
Dopo aver frequentato le migliori scuole di formazione e aver accumulato una discreta “esperienza sul campo” sento sempre il bisogno di migliorare la mia formazione e di conoscere nuove tecniche che mi permettano di aiutare le persone a raggiungere i propri obiettivi e a risolvere i problemi che la vita ci offre ogni giorno, a trasformali in occasioni di crescita e di cambiamento.

Sinceramente non è facile trovare della buona formazione, almeno formazione di alto livello.
Ieri girando per internet alla ricerca di qualcosa di nuovo sul panorama della formazione mi sono imbattuto nel corso “Strumenti di coaching” di Debora Conti.

pnl-coach-strumenti-coaching-debora-contiLa curiosità mi ha spinto ad approfondire la lettura della pagina.

La pagina è gradevole e da una prima idea di quello che sarà il corso complessivamente.

Spiega chiaramente cosa imparerai e cosa otterrai partecipando al corso , con la consueta onestà che deve avere un grande Coach. Un link ti porta a una successiva pagina e qua trovi un assaggio di quello che sarà il corso: Tre video in omaggio da vedere tutto d’un fiato e scopri già la qualità della formazione che cercavi. Senza contare poi i bonus che avrai frequentando il corso, in conclusione guadagni di più di quello che spendi.

Mi ha convinto, questa è formazione di qualità!
Conosco Debora Conti da molti anni, posso dire che per certi aspetti è stata la mia Maestra, ha cambiato la mia vita, mettendomi nella condizione di appassionarmi alla PNL, e di cambiare me stesso e altre persone, so che Debora conti ha cambiato anche la vita di migliaia di persone che le si rivolgono e se ha cambiato la mia vita di uomo timido e balbuziente e quella di altre migliaia di persone, è evidente che il suo Coaching è Coaching di qualità.

Ora Debora ci rivela i suoi segreti, ci spiega come entrare nel cuore e nella mente delle persone, il suo modo di spingere le persone a cambiare utilizzando le tecniche di Coaching che lei usa e che ha creato e tecniche di PNL.

Inutile dire che il 24 e 25 settembre sarò a Milano per partecipare al corso… dimenticavo una cosa estremamente gradevole, il corso è in promozione, puoi partecipare risparmiando del denaro e ottenere di più di quello che pensavi.
Che tu sia già un Coach esperto, o che tu sia in via di diventarlo, spero di incontrarti a Milano il 24 e 25 settembre per partecipare con Debora Conti al corso “Strumenti di Coaching”