Set 202017
 

Dopo aver fatto la RUOTA della VITA, ( hai fatto l’esercizio? Se non l’hai fatto ti invito a leggere l’articolo e a divertirti con quel coloratissimo esercizio  Clicca qua ) e dopo aver valutato i vari settori della vita, Il passo successivo è darsi degli obiettivi.

Sta a te stabilire in quali settori … e cosa vuoi ottenere, la cosa importante è che non resti un sogno.
Mi piace dire che non sempre si realizzano i sogni ma tutto quello che è stato realizzato è stato prima sognato. Questa è la fase in cui si sogna e si trasformano i sogni in obiettivi e poi in realtà.

So che pensando al tuo sogno ti starai dicendo : Vorreiiiiiiii ……
Ecco il primo requisito perché un sogno diventi un obiettivo: Lo devi volere.
Vorrei è qualcosa di limitante, è un non desiderio, lo vuoi o non lo vuoi , non c’è un vorrei di mezzo.

Il secondo requisito è il VOGLIO deve essere espresso in positivo.
Faccio un esempio: hai scelto tra i settori della tua ruota della vita sul quale lavorare, il settore della salute e magari come succede spesso, si deve rientrare in un certo peso per stare bene. Dire non voglio più pesare tanti kg è un errore, la mente inconscia non processa le negazioni e si esprime per immagini, se dici di NON voler più pesare tanto, l’immagine che rimandi alla tua mente è proprio la tua immagine con tutto quel peso.
La mente inconscia, è ubbidiente, non è ironica, non discute fa esattamente quello che tu vuoi sia che tu glielo dica in un modo o in un altro …
Ti faccio un altro esempio, considera la tua mente come un navigatore satellitare, per arrivare all’indirizzo giusto, dove tu vuoi arrivare , devi inserirlo chiaramente nel navigatore, poi sarà lui a trovare le strade giuste, se sbagli a girare, sarà il navigatore a ricalcolare il percorso fino a quando non arrivi a destinazione.

Questo esempio introduce ancora un altro requisito del sogno che diventa obiettivo, deve essere SPECIFICO.
Specifico significa che bisogna essere estremamente chiari su quello che si vuole.
Tornando al peso che bisogna riconquistare, dobbiamo determinare esattamente che peso vogliamo avere … Voglio pesare esattamente XX kili!
E siamo a buon punto … Voglio pesare esattamente XX kili … entro quanto tempo?

Il quarto elemento del sogno che diventa obiettivo è quello di essere DEFINITO NEL TEMPO.

Dire di voler raggiungere un obiettivo senza dire entro quando equivale a dire… da lunedì comincio e non cominciare mai…. Quante diete dovevamo iniziare di lunedì? Quante palestre dovevamo frequentare dal 2 gennaio ? Ma quale lunedì? Ce n’è uno a settimana e quale 2 gennaio? Ce n’è uno ogni anno.
Si dice, ormai un po’ troppo ripetuto ma è vero, che la differenza tra un sogno e un obiettivo è una data.
Quindi un obiettivo deve avere una data di inizio nella quale si inizia a progettare e fare e una data di fine, entro la quale l’obiettivo deve essere raggiunto.
Riepilogando un obiettivo deve:

Essere voluto;

Espresso in positivo;

Specifico;

Definito nel tempo;

Ci siamo quasi, ancora qualcosa: Deve essere credibile, se dici di voler perdere 20 kili in una settimana, non è credibile, a meno che non subisca una radicale amputazione, ma questo non sarebbe molto salutare.

Un elemento essenziale del sogno che diventa realtà è che sia, come si dice in PNL, ECOLOGICO, nel senso che deve essere buono per te e anche per gli altri.
Pensa se per raggiungere il tuo obiettivo, dovessi lavorare per 20 ore al giorno per sei giorni a settimana, che ne sarebbe della tua salute? Quando potresti stare con la tua famiglia, con i tuoi affetti? Non sarebbe qualcosa si buono ne’ per te ne’ per gli altri.
La realizzazione dell’obbiettivo deve essere sotto la TUA RESPONSABILITA’ e deve essere un TUO OBBIETTIVO.

Se pensi che la responsabilità del raggiungimento del tuo obbiettivo, possa essere relegata a qualcun altro, evidentemente non hai un obbiettivo ma solo la speranza che qualcuno faccia qualcosa per te .. raramente ciò avviene.

Per concludere , non puoi avere obbiettivi per altri ma solo per te, sei l’unica persona su cui hai potere , sui tuoi pensieri e sulle tue azioni.. quindi adesso tocca a te.

Se vuoi, ora, hai gli strumenti necessari per stabilire quello che vuoi e come raggiungerlo.
Su come raggiungere gli obiettivi ne parlo più approfonditamente nell ‘E Book “Semplicemente PNL” che trovi cliccando sul titolo.

Aspetto tue notizie, attraverso i commenti o scrivendomi a info@ubaldosaltarelli.it
Buon lavoro e a presto.
Ubaldo

Mar 222011
 
 22 marzo 2011  Corsi No Responses »

 

Anno nuovo vita nuova: Una coaching d’inizio anno.

Articolo pubblicato sulla news letter del mese di gennaio 2011 della “Enciclopedia della PNL”

E’ già passato quasi tutto il mese di gennaio di questo 2011, che come tutti i mesi di gennaio sarà stato ricco di buoni propositi, che molto spesso vengono messi nel dimenticatoio subito dopo averli espressi.

Sembra che ci sia una forza esterna che ci tira in tutt’altre direzioni, eppure … eravamo convinti e sicuri di quello che c’eravamo preposti di fare, eravamo sicuri che nulla e nessuno potesse fermarci.

Cos’è che spinge la nostra vita in una direzione o nell’altra?

In PNL diciamo che Valori e Convinzioni danno questa direzione.

Delle convinzioni abbiamo già parlato in una precedente News, oggi v’invito a fare un esercizio che è come un gioco, che richiederà un po’ del vostro tempo, ma vi farà capire quale direzione ha la vostra vita, dove state andando.

Personalmente lo faccio un paio di volte l’anno e lo faccio fare a tutte le persone che si rivolgono a me come Coach. Si tratta di stabilire la gerarchia dei valori e quello che per noi rappresentano.

In poche parole di cosa si tratta?

1)      Si tratta di dichiarare dieci dei nostri valori rispondendo alla domanda: Che cosa è importante per me?

Es: Che cosa è importante per me?

La libertà

La salute

L’amore

E cosi via fino a dieci, ripetendosi ogni volta la domanda.

2)      Stabilire la gerarchia dei valori rispondendo alla domanda: Che cosa è più importante per me?

Es: Che cosa è più importante per me, la libertà o la salute? Ponendo l’ipotesi che la salute sia più importante della libertà, ripeti la domanda per il valore seguente: Che cosa è più importante per me, la libertà o l’amore? E cosi via per tutti e dieci i valori che hai espresso.

In conclusione di questa prima parte del lavoro avrai la gerarchia dei tuoi valori, avrai una prima impressione di quale direzione sta avendo la tua vita.

Se il valore primario, per esempio sarà la libertà rispetto all’amore e ancora non hai trovato la persona giusta per te o il rapporto che vivi ti sta stretto saprai perché.

La seconda parte di questo lavoro consiste nel rispondere alla domanda: Che cosa significa per me ……………….

Robert Dilts nei livelli neurologici mette i Valori e le Credenze nello stesso piano poiché ogni valore è sostenuto da una credenza. Per spiegarci meglio… cosa significa per me Libertà? La libertà è un valore e il suo significato è una mia credenza o convinzione diversa da quella di qualsiasi altra persona.

Quindi per me libertà potrebbe significare  non avere vincoli per qualcun altro potrebbe significare andare in barca in mare aperto, per entrambi sarebbe libertà ma con un significato totalmente diverso.

Quindi adesso si tratta di dare un significato ai valori che hai espresso… che cosa significa per me …… ?

I Disvalori

Mentre i valori rispondono alla domanda Cosa è importante per me? I Disvalori, ovvero i valori negativi rispondono alla domanda : Cosa non vorrei mai provare?

Quindi ripeti il lavoro fatto sopra, in velocità, spontaneamente, non cercare di aggiustare le cose, non funzionerebbe.

A volte valori e disvalori entrano in contrasto e questo fa si che non si vada ne’ avanti ne’ indietro.

Ti faccio un esempio, come valore hai il successo, come disvalore hai la paura del rifiuto. Come sappiamo tutte le persone che hanno avuto successo nel loro percorso hanno subito molti rifiuti, come idee, come progetti, come persone.

Sono arrivati al successo solo perché hanno saputo imparare dal rifiuto e andare avanti migliorando le loro idee e loro stessi. Questa conflitto  di valori però potrebbe creare immobilità e portare a non avere rifiuti e neanche il successo.

Per concludere le E o le O

Cosa sono le E e le O? sono semplicemente quelle paroline formate da una unica vocale che ti permettono di vivere o meno  i tuoi valori.

Le E inglobano tutto, le O danno alternative.

Rispondi alla domanda Provo  ( valore) ogni volta che ……. almeno tre volte per ogni valore e per ogni disvalore

Esempio: Provo amore ogni volta che vedo i miei figli;  Provo amore ogni volta che ricevo un abbraccio; provo amore ogni volta che contribuisco al mondo.

Ed ecco che le due paroline entrano in azione se legherai il tutto con delle E significa che difficilmente potrai vivere quel valore in quanto tutte quelle cose dovranno accadere contemporaneamente , se invece legherai tutto con delle O vivrai facilmente quel valore in quanto sarà sufficiente che anche una sola di quelle situazioni si avveri per provare quella sensazione.

Fa in modo che i valori siano legati da tante O e i disvalori da tante E in modo da poter vivere quello che veramente vuoi e renderti difficile vivere quello che invece vuoi allontanare.

Naturalmente tutto questo lavoro è basato sulla possibilità di scelta che abbiamo.

Possiamo scegliere i Valori che vogliamo vivere e quello che significano, questo ci consente di dare una direzione alla nostra vita .

Spero che questi strumenti esposti brevemente in questa rubrica ti siano utili e ti ringrazio per averla letta fino in fondo.

Se seguirai l’esercizio consigliato, meglio se fatto in coppia con un’altra persona in modo da poter essere stimolati e condividere, avrai dei risultati eccezionali e sarai in grado di dare la direzione che tu vuoi alla tua vita.

Se ci sono dubbi sono a tua disposizione per ogni chiarimento e puoi scrivermi all’e. mail ubaldo@enciclopediadellapnl.com.

Ti   faccio i più sinceri auguri per un anno fantastico

Ubaldo Saltarelli

NLP Coach